LOOKBOOK

26 Febbraio 2020

I 5 scatti più belli per immortalare lo scambio delle fedi

Fotografie per matrimonio

Scambio delle fedi: un attimo che diventa immortale

Stima, fiducia, rispetto, affetto: la fede nuziale, il simbolo indiscusso del matrimonio, rappresenta tutto questo, ovvero l’amore eterno.

Lo scambio delle fedi simboleggia l’eternità, tanto che in ogni cerimonia è un momento da immortalare cogliendone tutta l’emozione e la sacralità. Già in passato era una tradizione dal significato profondo: la popolazione antica dei barbari si scambiava gli anelli in segno di promessa. In latino  “vinculum”:  “vincolo”, “legame”, traduce la parola fede nuziale. Ma come immortalare quell’attimo eterno in una foto?

5 consigli per fotografare la promessa di un amore eterno

Lo scambio delle fedi è il momento più solenne del matrimonio, quello che più di tutti cattura l’attenzione degli invitati. Gli sposi si guardano negli occhi e recitano la promessa più importante della loro vita: quella di “amare e onorare tutti i giorni, in salute e in malattia.” Un fotografo di matrimonio che si rispetti non può quindi perdere l’occasione di cogliere il momento giusto per scattare

Ecco dunque qualche idea per immortalare al meglio il momento più sacro della cerimonia:

  1. Catturare lo sguardo: ciò che più amiamo è cogliere gli sguardi complici, emozionati e anche un po’ tesi negli occhi degli sposi. Uno scatto a una certa distanza permette di immortalarli senza perdere i gesti delle mani. 
  2. Primo piano delle mani: è in classico che non passa mai di moda e che molti sposi desiderano avere nel proprio album di nozze. La “zoom” sulle mani che si sfiorano e sull’anello che s’infila nell’anulare è sempre emozionante da rivivere attraverso le immagini. 
  3. Inquadratura dal basso: un punto di vista diverso che permette di cogliere gli sguardi fissi sull’anello, regalando profondità alla foto, nella quale sarà possibile ammirare magari i dettagli del soffitto della chiesa o, per le cerimonie che si svolgono, un bel cielo azzurro.
  4. Sposa (o sposo) di spalle: nasconde il volto di uno dei due, ma permette di ottenere un effetto romantico, concentrando l’attenzione sull’emozione, per esempio della sposa, intenta a infilare l’anello al dito del suo ormai sposo. 
  5. Con l’officiante della cerimonia: una fotografia intramontabile che racconta il momento nella sua interezza, include nell’inquadratura anche l’officiante, la figura che d’altronde sancisce l’unione degli sposi attraverso lo scambio delle fedi

Ovviamente è possibile, e consigliabile, “congelare” il momento solenne delle promesse e dello scambio delle fedi in diverse immagini, scegliendo lo stile che preferite, privilegiando sempre l’autenticità e la spontaneità, come durante tutto il resto della cerimonia e della festa. 

Fissate un appuntamento e insieme troveremo il modo più consono per raccontare le vostre emozioni. 

ADD A COMMENT